Athena Spazio Arte

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ludovico Gierut

 

Lodovico Gierut, nato a Gubbio (Perugia) nel 1948 da madre italiana e da padre polacco, è giornalista pubblicista, scrittore e critico d’arte.

E’ autore di vari libri, collocati in Archivi e Biblioteche di rilevanza, tra cui: “Una strage nel tempo”, “Ritorno alla vita”, “La Versilia e l’arte”, “I cento arcobaleni”, “Il ‘San Martino’ di Franco Miozzo”, “Monumenti e Lapidi in Versilia in memoria dei Caduti di tutte le guerre”, “Grazia Leoncini. Essere ed Oltre”, “Conosci la terra dove fioriscono i limoni?” (cat. mult.le), “La spiaggia e il melograno”, “Lavorare il marmo. Arte Artigianato Industria”, Art Festival. Il Vino e l’Arte” e – con altri – “La valle di marmo”, “Pietro Annigoni. L’Uomo, l’Artista, il Territorio”, “Segni del dolore. La dimensione sacra della sofferenza”, “Renato Salvatori. Il povero ma bello che volle farsi attore”, “Pittura e realtà 1900-1990. La Figurazione a Viareggio nel panorama dell’arte italiana”, “Senza rendersene conto... Paolo Maiani. Barga e dintorni 1994-2008”, “Astrattismo a Viareggio dal dopoguerra ad oggi nel panorama dell’arte italiana”, “Roberto Valcamonici. Nei reconditi della memoria”. Ha scritto saggi e articoli sull’attività di numerosi artisti, anche di rilevanza internazionale.

Nel 2004 ha creato l’Archivio artistico-documentario Gierut,  connesso all’attività del territorio apuo-versiliese e non solo, divenuto nel 2006 Comitato con fini socio-umanitari e culturali, che presiede, dedicato alla memoria della figlia Marta, scultrice, pittrice e poetessa scomparsa nel 2005, autrice di vari libri quali “In Franco Miozzo” e “Camminando in un’Anima”. Detto Comitato – senza fini di lucro – ha concretato le “Edizioni Archivio artistico-documentario Gierut” che promuovendo l’arte e la cultura in genere.

Organizzatore di eventi d’arte, a partire dagli anni Ottanta ha tenuto conferenze a Urbino, Pietrasanta, Tirrenia, Giarre, Seravezza, Lucca, Milano e Firenze. Da anni svolge pure attività di ricerca storico-artistica, dando un apporto culturale – come afferma – “... per il mantenimento della cosiddetta ‘memoria’”. Ha collaborato col Museo Storico della Resistenza in S. Anna di Stazzema e col Museo della Carta di Pescia, oltre che con Enti Locali e Fondazioni. Fa parte del Centro Internazionale di Cultura e Spiritualità Fra’ Benedetto che ha sede a  Sillico di Pieve Fosciana, oltre che di varie Associazioni




 
Torna ai contenuti | Torna al menu