Athena Spazio Arte

Vai ai contenuti

Menu principale:

Renato Frosali

Soci Artisti > Pittura Scultura E- O


Renato Frosali, intellettuale e autore toscano residente nella cittadina di Pomarance, alle porte della "Valle del Diavolo", approda all'attuale ricerca pittorica esistenziale, dopo un lungo percorso di maestria figurativa, sperimentazioni in astrattismo e raffinate realizzazioni nel design.
Nei volti rapiti dalle statue etrusche antiche, logorate dal passare dei secoli, un percorso pittorico attraverso le inquietudini del contemporaneo che esordisce e si ispira all'ellenismo classico, Facce in primo piano o in contorsioni espressioniste, in scomposizione dinamica su più strati materici temporali, nelle cromie e multitonalità che scavano i livelli 'pietrificati' della sofferenza e dell'inconscio nella rappresentazione e indagine scenografica e spettacolare sull'emotività interiore, nella corruzione delle carni, la futilità apparente di un narcisismo sublimato, l'ozio ed il rallentamento dei tempi, la scomposizione inesorabile della materia si fa metafora dei tormenti svelati dell'anima, che si riscopre, lungo i precipizi ancestrali della corruzione dei costumi e gli scenari di un'apocalisse finale, autentica e intrisa di un umanesimo atemporale, visionario ed universale.
Una riflessione incisiva e di taglio moderno e contemporaneo, che si avvale della forza dei contrasti netti di luce in ambienti oscurati nella profonda eleganza di un nero ebano, fino alla forza innaturale e magnetica dei verdi, dei rossi accesi e dei rosa shock, nell'eleganza estrema di un'opera finale spesso di dimensioni monumentali, che si conclude nella cornice contenitiva del quadro e dell'anima, che riecheggia di ambienti neo-liberty, capovolge il rapporto ancestrale, su un asse di continuità che va dall'antichità etrusca e romana-ellenica ai tempi moderni e post-moderni, della dialettica oscillante ed irrisolta tra i vizi e le virtù ed i loro sempre più concertabili e vertiginosamente oscillanti significati.
Elena Capone - Critico d'Arte

 
Torna ai contenuti | Torna al menu